venerdì 9 maggio 2014

Caro Peppino, sarai sempre con noi

Scritto per la 

Nella notte tra l'8 e il 9 maggio 1978 veniva assassinato  da Cosa Nostra Peppino Impastato. Il suo assassinio venne inscenato come un atto suicida ma con gli anni si è giunti alla verità sulla su morte. Il 5 maggio 2011, infatti, la Corte d'assise ha riconosciuto Vito Palazzolo colpevole dell'omicidio di Peppino e lo ha condannato a trent'anni di reclusione. L'11 aprile 2002 Gaetano Badalamenti è stato riconosciuto come il mandante dell'esecuzione ed è stato condannato all'ergastolo.

Di seguito una poesia scritta da Peppino Impastato.

Lunga è la notte
e senza tempo.
Il cielo gonfio di pioggia
non consente agli occhi
di vedere le stelle.
Non sarà il gelido vento
a riportare la luce,
nè il canto del gallo,
nè il pianto di un bimbo.
Troppo lunga è la notte,
senza tempo,
infinita.

Fonte della poesia: www.peppinoimpastato.com