giovedì 19 marzo 2015

Iniziativa con l’On. Celeste Costantino e il Consigliere Regionale Gian Antonio Girelli: ben riuscita e partecipata

Scritto e pubblicato

Venerdì 13 marzo s’è tenuta a Brescia un’importante serata antimafia con Celeste Costantino, deputata a attivista antimafia con l’Associazione Da Sud e Gian Antonio Girelli, Presidente della Commissione Speciale Antimafia della Regione Lombardia. Il dibattito, tenuto presso la Sala S. Agostino di Palazzo Broletto, è stato aperto da una relazione del Coordinatore Provinciale di Sel, Simone Zuin, che ha portato la sua esperienza di amministratore locale ribadendo come per Sinistra Ecologia Libertà sia importante la lotta alla cultura mafiosa. Successivamente è intervenuto il Presidente Girelli che ha fatto il punto della situazione per quanto riguarda i beni confiscati nella nostra Provincia, ha spiegato le difficoltà di gestione dell’Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità organizzata e infine ha raccontato quali attività bisognerebbe svolgere per un’azione efficace nella gestione e destinazione dei beni. La conclusione del suo intervento s’è focalizzata sull’importanza delle nuove generazioni che sempre più s’interessano a questi temi. Il secondo intervento della serata è stato affidato a Celeste Costantino. La deputata di Sel ha portato la sua esperienza di attivista antimafia raccontando come le “mafie” si siano ormai evolute. Secondo la Costantino, Mafia Capitale ne è l’esempio lampante, dove si sono verificati intrecci con personaggi legati alle cosche e persone insospettabili che gestivano le cooperative del terzo settore e avevano porte aperte in tutto il Comune di Roma. Durante il suo intervento ha richiamato l’importanza dell’insegnamento di una cultura della legalità nei più giovani e infine ha ribadito come l’istituzione del reddito minimo garantito possa essere un’arma vincente contro la criminalità organizzata perché permetterebbe alle persone più deboli di non essere ricattabili. 
Il dibattito è stato poi concluso dal Consigliere Provinciale Giuseppe Lama che, anche in qualità di Sindaco di Borgo San Giacomo, ha evidenziato come il ruolo degli amministratori locali sia fondamentale per combattere “dal basso” ogni forma di criminalità. 

La serata è stata partecipata e speriamo che gli interventi dei relatori possano aver lanciato dei messaggi importanti d’impegno civile e antimafioso.

Colgo l'occasione per ringraziare i partecipanti, i relatori e anche la Federazione bresciana di Sinistra Ecologia Libertà per l'attenzione e l'impegno mostrati sul tema del radicamento al nord della criminalità organizzata.