venerdì 3 giugno 2016

Un voto per Giada. Perchè ci sono ancora giovani capaci di appassionarsi al bene comune

Domenica 5 giugno è giorno di elezioni e nonostante io non sia chiamato a votare, voglio comunque fare un piccolo appello al voto. Sì, perché a Nave c'è una candidata speciale, si chiama Giada Stefana e merita di essere sostenuta. E' vero, è anche una mia carissima amica alla quale voglio molto bene, ma l'invito che faccio ai cittadini di Nave è di votarla per ciò che, per la sua personalità, il suo carattere e il suo amore incondizionato al bene comune. 
Viviamo una fase storica in cui lo smarrimento e lo sconforto politico dominano, i giovani sono sempre meno interessati alla politica, ma per fortuna c'è ancora chi, come Giada, è capace di emozionarsi nel consegnare un volantino o nel fare politica con le persone e tra le persone. 
Quando vedo o penso a Giada, mi viene in mente una canzone di Gaber, "qualcuno era comunista". Non solo perché è rossa quanto basta, ma perché, come diceva lo stesso artista: "Qualcuno era comunista perché credeva di poter essere vivo e felice solo se lo erano anche gli altri". Ecco, per me Giada è esattamente così, una ragazza piena di vita che mette a disposizione le sue energie per rendere migliore il vivere comune di tutti i giorni.

Per queste ragioni, anche perché le voglio bene, sostenetela e votatela in tanti!!