martedì 29 agosto 2017

Salviamo l'acqua pubblica in provincia di Brescia


acqua pubblica, brescia, borgosatollo, referendum
Poco meno di un anno fa, domenica 18 settembre 2016, come gruppo Sinistra Per Borgosatollo, organizzammo un gazebo in piazza per raccogliere le firme necessarie alla presentazione di una nuova proposta referendaria provinciale contro il servizio idrico integrato (Quitutti gli articoli pubblicati a riguardo). In quell'occasione raccogliemmo più di cinquanta firme, tra i più numerosi della Provincia, ma il lavoro non è finito perché ora la decisone spetta alle Amministrazioni comunali.

Entro il 30 settembre, infatti, i Consigli comunali della provincia di Brescia dovranno decidere se approvare o no la delibera per chiedere di aderire alla proposta di referendum consultivo provinciale con il seguente quesito: «Volete voi che il gestore unico del servizio idrico integrato per il territorio provinciale di Brescia rimanga integralmente in mano pubblica, senza mai concedere la possibilità di partecipazione da parte di soggetti privati?».

Perché siamo arrivati a proporre un nuovo referendum?
Sono passati sei anni dal referendum popolare del 2011, che superò il quorum dopo diversi referendum invalidati, registrò una partecipazione media nazionale del 54% (circa) degli aventi diritti di voto che si tradusse in un plebiscito popolare a favore dell'acqua pubblica. I voti favorevoli, infatti, furono circa il 94%.
Anche nel Comune di Borgosatollo stravinse il "sì" con percentuali superiori al 92%, eppure l'attuale Sindaco "faccia d'angelo" Marniga, durante l'Assemblea dei Sindaci svoltasi a Palazzo Broletto il 9 ottobre del 2015, ha disatteso tale decisione popolare votando a favore dell’affidamento a un’unica società a capitale misto pubblico/privato la gestione dell’acqua e della depurazione dei comuni della provincia di Brescia. Qui potete leggere l'articolo che scrissi per spiegarel'attuale sistema di gestione idrico.

Il voto popolare è stato disatteso da un'Amministrazione che ha (ma non pratica) l'ascolto come punto cardine del suo programma, che si dice di sinistra (ma non lo è, altrimenti io sono l'Orso Yoghi) ma che soprattutto partecipò attivamente alla campagna referendaria del 2011 (leggere qui) quando era all'opposizione.

Toccherà ancora una volta ai cittadini sopperire alle lacune e voltafaccia di una certa classe politica ed è per questo che entro il 30 settembre saranno organizzate iniziative pubbliche per informare i cittadini. La prima di queste iniziative si terrà mercoledì 30 agosto alle 20:45 presso la Sala Civica in Piazza Italo Calvino. Durante l'incontro organizzato dalle Acli di Borgosatollo interverranno Don Bruno Bignami e il Prof. Saverio Regesto.

Al lavoro e alla lotta.