giovedì 21 settembre 2017

Come durante il fascismo: a Borgosatollo è vietato il dissenso

Vietato dissentire a BorgosatolloÈ successo ancora, e con quest'ultimo episodio siamo arrivati a sei!! A cosa mi riferisco? Mi riferisco ai manifesti, volantini e articoli che sono stati fatti sparire, da non si sa chi. Per l'esattezza si tratta di un articolo (vicenda multa slot-machine al Bar Infinity) strappato e affisso cinque volte sulla bacheca comunale destinata alle opposizioni consiliari e in ultimo un manifesto sul piedistallo del MontichiariWeek posto fuori dall'edicola in piazza.

Forse sarà solo un caso, ma sia l'articolo sia il manifesto (come si vede dalla foto) riportavano notizie poco gradite all'Amministrazione comunale tanto da spingere alcuni individui a chiedere la rimozione dell'articolo sul Bar Infinity dalla bacheca, pubblica, delle opposizioni perché l'articolo non era inerente all'attività consiliare.

E ora ecco un altro episodio a dimostrazione, per quanto mi riguarda, che il caso non esiste. Ripeto di non conoscere l'entità dello "strappatore seriale" ma di sicuro deve avere un debole per l'attuale Amministrazione. Il manifesto strappato dal treppiede del settimanale MontichiariWeek riprendeva un articolo pubblicato sull'edizione del 15 settembre che raccontava il dibattito sulla gestione idrica organizzato qualche giorno prima dalla lista Sinistra Per Borgosatollo. Un dibattito al quale l'Amministrazione era stata invitata ma che ha preferito sedersi tra il pubblico anziché al tavolo con i relatori.

A Borgosatollo è vietato il dissensoProbabilmente all'amico "strappature seriale" avrà voluto occultare la notizia, peccato per lui che proprio quell'edizione sia stata tra le più vendute. Senza dimenticare il mio blog sul quale ho riportato l'articolo in questione (lo potete leggere qui) e che ha ricevuto, a oggi, più di 400 clic.


A Borgosatollo non esistono voci critiche, a eccezione di Sinistra Per Borgosatollo, e pare che qualcuno faccia in modo che anche le poche voci fuori dal coro non trovino spazio nel dibattito comunale. La cosa non spaventa anzi, ci spinge a fare ancora di più perché significa come lista Sinistra Per Borgosatollo non stiamo raccontando falsità ma notizie scomode e impopolari per chi preferisce un'opinione pubblica anestetizzata perché non informata e resa partecipe.