lunedì 18 luglio 2016

Il resoconto della Commissione Comunale II (Area dei servizi al territorio) di sabato 16 luglio 2016

Sabato 16 luglio alle ore 9 si è tenuta presso il Municipio la Commissione comunale II per discutere il seguente ordine del giorno:

- aggiornamento iniziativa controllo di vicinato.

Il Sindaco ha esposto il progetto "Controllo del Vicinato", che potete leggere qui, motivando la sua approvazione all'iniziativa che ritiene valida. Il progetto prevede l'individuazione di un referente per ogni zona del paese (la suddivisione delle zone sarà fatta in un secondo momento) che avrà il compito di ricevere le segnalazioni dai cittadini e, se lo riterrà opportuno, farle prevenire alle forze dell'ordine, polizia municipale e carabinieri. 
Le persone che decideranno di aderire al progetto, avranno poi un colloquio con le forze dell'ordine, le quali spiegheranno quali azioni si possono fare e quali no. 
Il programma, che ho condiviso nel link sopra, è pubblico così che ogni cittadino possa leggerlo e farsi un'idea personale.

Personalmente non sono d'accordo con questa iniziativa e riporterò di seguito quanto da me detto in Commissione:

"A mio avviso si tratta di un progetto destroso e pericoloso che, nonostante gli intenti dell'associazione, rischia di dare adito a possibili eccessi di potere derivanti dal difficile momento sociale. Stiamo vivendo una fase storica carica di odio e dare responsabilità di controllo e vigilanza a cittadini inesperti rischia di limitare gli spazi democratici.
Per quanto riguarda le segnalazioni, non condivido la figura del referente perché ritengo che gli unici titolati a ricevere segnalazioni siano le forze dell'ordine, le uniche, tra l'altro, in grado di stabilire l'opportunità di intervenire o meno."

Il Sindaco ha poi detto di aver avuto un incontro personale con una referente del progetto per quanto riguarda il quartiere Fornaci di Brescia, e proprio su questa referente ho avanzato dei grossi dubbi convincendomi ancora di più dei possibili rischi di limitazione delle libertà.

Sul profilo facebook della referente, infatti, si possono leggere frasi e commenti che mostrano un'ideologia incline all'odio razziale. Nelle foto qui sotto riporto due esempi



Il 20 settembre, probabilmente, ci sarà un incontro pubblico con la cittadinanza che sarà preceduto di qualche giorno da un'altra Commissione specifica sul tema. 
In entrambe le occasioni ribadirò la mia contrarietà al progetto.